Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ambientalisti contro voli fantasma vettori aerei

Greenpeace: milioni di tonnellate di CO2 per mantenere slot aeroportuali

Secondo una analisi di Greenpeace almeno 100.000 "voli fantasma" potrebbero essere operati in Europa durante la stagione invernale a causa del ripristino delle regole di utilizzo degli slot aeroportuali disposte di recente dalla Unione europea. La norma prevede che le aviolinee utilizzino al 70% della loro capacità le finestre di decollo ed atterraggio in loro possesso presso gli scali europei. Secondo gli ambientalisti questi voli potrebbero generare fino a 2,1 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra: quanto consumano in media 1,4 milioni di auto a benzina in un anno. 

"La richiesta della Commissione europea alle compagnie di far volare velivoli vuoti per raggiungere una quota arbitraria non è solo inquinante, ma estremamente ipocrita data la loro retorica sul clima. Le emissioni dei trasporti sono alle stelle. Sarebbe irresponsabile da parte dell'Unione europea non porre fine ai voli fantasma e non vietare quelli a corto raggio dove c'è un collegamento ferroviario ragionevole", ha affermato il responsabile trasporti di Greenpeace, Herwig Schuster

Gli fa eco il direttore dell'Aviation Environment Federation britannica, Tim Johnson: le ipotesi di Greenpeace erano "esatte", infatti "è un esempio di spreco e penso che le persone siano sorprese. È un vero problema per cui le compagnie, costrette ad operare voli vuoti o con un basso tasso di riempimento pur di mantenere i loro slot".

La ricerca si basa su una ipotesi che vede aerei da 200 posti volare per 90 minuti su una distanza di 800-1000 km, stimando 20 tonnellate di emissioni di CO2 per ogni collegamento. 

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1241825

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili