Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei cinesi colpiti da dure restrizioni di Pechino

Danni economici per stop voli a Hong Kong e Macao, Usa e Canada

Il nuovo anno in Cina si è aperto con una ondata di restrizioni sul trasporto aereo che hanno fatto tremare i polsi a molti dirigenti della aviolinee cinesi. Basti pensare che nelle prime due settimane del 2022 sono stati cancellati 198 voli. La data è significativa, perché da allora la politica del governo per la riduzione dei contagi si è inasprita, fino a generare tensioni internazionali a causa della soppressione dei voli intercontinentali operati da società statunitensi.

"Siamo determinati a prevenire un afflusso di infezioni dall'estero ed un balzo del contagio interno" affermano dall'amministrazione dell'aviazione civile della Cina (Caac). Per questo motivo i regolatori hanno predisposto delle interruzioni automatiche (fino ad otto settimane) delle rotte internazionali se in un aereo vengono registrati cinque o più contagi. Un approccio che molti, soprattutto all'estero, definiscono eccessivo. 

Nonostante i servizi di manutenzione, disinfezione e supervisione del personale siano stati potenziati, le aviolinee cinesi stanno vivendo un periodo molto difficile per via della soppressione di numerosi voli interni importanti, soprattutto Hong Kong e Macao. Ed anche per quelli internazionali, che per buona parte vengono operati da aviolinee del Dragone: per esempio lo stop imposto da Usa, Canada e Francia. 

Gic - 1241862

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili