Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aviolinee russe possono coprire la domanda interna di trasporto aereo

Ad affermarlo oggi il ministero dei trasporti; in corso programmi di sovvenzione

"L'esperienza pratica acquisita dall'aviazione civile russa nel contesto della pandemia da Covid-19 ha consentito di prendere rapidamente le decisioni necessarie per aumentare, nelle condizioni attuali, l'accessibilità ai trasporti e alla mobilità della popolazione russa": esordisce così una nota emessa oggi dal ministero dei trasporti russo. Nel 2022, per aumentare il livello di mobilità della popolazione, vengono attuate misure di sostegno statale per le rotte aeree sovvenzionate, per le quali è stata stanziata una quantità significativa di fondi dal bilancio, prosegue il comunicato. Al momento sono in corso programmi per sovvenzionare il trasporto regionale, i collegamenti aerei verso la parte centrale della Russia da Kaliningrad, dall'estremo oriente, nonché per sostenere la compagnia aerea unificata dell'estremo oriente Aurora, creata nel 2021.

Nel periodo gennaio-febbraio 2022, sono stati più di 7000 i voli operati nell'ambito del programma di sovvenzioni al trasporto aereo regionale , il 25% in più rispetto allo stesso periodo del 2021. Più di 436,8 mila i passeggeri che hanno utilizzato biglietti aerei preferenziali. Il programma di sussidi volto a garantire la disponibilità del trasporto aereo alla popolazione nel periodo gennaio-febbraio 2022 è stato utilizzato da oltre 140,3 mila passeggeri, il 27% in più rispetto al 2021, sottolinea il dicastero.

Il sostegno statale è fornito alle categorie meno protette della popolazione: disabili, anziani, giovani, genitori con molti figli. In relazione a tali categorie resta fermo il diritto all'acquisto di biglietti per l'estremo oriente e ritorno per tutto l'anno solare. Si prevede che l'attuazione di queste misure di sostegno garantirà un aumento del traffico-passeggeri a tassi ridotti del 14% nel 2022.

"Nonostante le restrizioni imposte da un certo numero di Paesi stranieri all'uso del loro spazio aereo, le compagnie aeree russe continuano il loro servizio di trasporto aereo internazionale. Sei aviolinee russe operano voli per Azerbaigian, Armenia, Bielorussia, Kirghizistan, Emirati Arabi Uniti, Tagikistan, Turchia e Uzbekistan con una frequenza combinata di circa 250 voli a settimana. Per i voli esteri, i nostri vettori utilizzano aeromobili che non corrono il rischio di essere confiscati all'estero, inclusi 147 aerei russi Sukhoi Superjet-100. Inoltre, oggi 29 compagnie aeree di Algeria, Armenia, Bahrain, Bielorussia, Venezuela, Israele, India, Iraq, Kazakistan, Qatar, Kirghizistan, Marocco, Mongolia, Emirati Arabi Uniti, Serbia, Siria, Tagikistan, Turkmenistan, Turchia operano voli verso Russia e Uzbekistan", recita ancora la nota.

"Ricordiamo inoltre -prosegue il comunicato- che il ministero russo dello sviluppo digitale e l'Agenzia federale del turismo hanno lanciato un modulo di feedback sul portale dei servizi statali per i cittadini della Federazione Russa che hanno difficoltà a tornare in Russia. Attraverso di esso, è possibile trasferire dati sulla propria posizione e ricevere informazioni su un biglietto di ritorno, che consentirà di facilitare il rientro a casa dei cittadini russi", conclude il ministero.

Aurora è una compagnia aerea russa con sede a Yuzhno-Sakhalinsk, nell'oblast di Sakhalin (che oltre all'isola di Sakhalin comprende anche le isole Curili). È una filiale di Aeroflot che opera voli nazionali e internazionali nella regione dell'estremo oriente russo. La sua flotta è composta di Airbus A-319/100, Dash 8-200, -300 e -400 di Bombardier, e da de Havilland Canada DHC-6/400 che opera per i suoi collegamenti charter.

CTim - 1243069

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili