It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

Aeroporto dell'Umbria e aerei di FlyVolare: Sase verifica restituzione 500.000 Euro

Perugia, Italia - I legali della società italo-maltese avrebbero assicurato un bonifico per venerdì 17

Sase -la società di gestione dell'aeroporto internazionale dell'Umbria- potrà verificare oggi se i cinquecentomila Euro che aveva anticipato nei mesi scorsi alla società italo-maltese FlyVolare siano stati effettivamente restituiti venerdì scorso con un bonifico, così come avevano assicurato i legali del vettore: a dichiararlo è stato -secondo quanto riportato dalla stampa locale- il presidente di Sase Ernesto Cesaretti. La spinosa questione tra FlyVolare ed il gestore dello scalo aereo "San Francesco d'Assisi" di Perugia-Sant'Egidio inizia lo scorso 31 luglio con l'annuncio dato dalla società italo-maltese di 9 nuove rotte dall'aeroporto umbro a partire da metà settembre, voli che sarebbero stati effettuati con un A-319 da 122 posti; il giorno successivo Enac aveva diffidato la società dal diffondere notizie non confermabili e dal pubblicizzare operazioni di volo e nuovi collegamenti da e per aeroporti italiani senza aver prima ottenuto le certificazioni previste dalla normativa comunitaria: il Coa -Certificato di operatore aereo- e la licenza di esercizio di trasporto aereo. Era seguita una precisazione da parte della società che aveva affermato di avere già avviato le pratiche per ottenere tali titoli -necessari per esercitare l'attività di trasporto aereo commerciale- e di essere in attesa del loro rilascio da parte di Transport Malta–Civil Aviation Directorate, "stimando la positiva conclusione della procedura per la prima metà di settembre". Poiché però la situazione non si era ancora risolta, a fine ottobre il consiglio di amministrazione di Sase aveva deliberato la risoluzione del contratto che aveva siglato con FlyVolare e l'immediato recupero del deposito cauzionale che aveva già versato alla società italo-maltese: cinquecentomila Euro provenienti -secondo quanto riportato dalla stampa locale- dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia per la promozione dei voli. Per approfondimenti vedi notizie AVIONEWS 1, 2, 3 e 4

AVIONEWS - 1208583

© World Aeronautical Press Agency Srl