It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Piaggio Aerospace: quale futuro?

Domani audizione dei vertici dell'azienda ligure

Domani mercoledì 21 novembre dopo tempo di attesa è stata calendarizzata alle commissioni Difesa riunite di Camera e Senato l'audizione informale dei rappresentanti di Piaggio Aerospace  riguardo il "programma di riammodernamento e rinnovamento SMD 04/2017", ovvero la commessa da 766 milioni di Euro per 20 droni (Uav, Unmanned aerial vehicle, aereo senza pilota a controllo remoto) P.2HH e 10 stazioni a terra. Questo ordine sarebbe l'unico modo per tenere in vita l'azienda di Villanova d'Albenga dal momento che non ci sono altre attività in funzione, essendo stati già ceduti i droni P.1HH Hammerhead agli Emirati Arabi Uniti (proprietari con il fondo Mubadala di Piaggio Aerospace).

Convocazione per i vertici dell'azienda che arriva dopo che il fondo proprietario al 100% ha fatto capire di non voler investire nuovi soldi in Piaggio, ponendola a serio rischio fallimento. Il Governo sta cercando di ricucire "lo strappo" prima con la visita del presidente del Consiglio Giuseppe Conte ad Abu Dhabi, e ora con l'audizione in commissione Difesa che però sarà solamente interlocutoria, anche se è un passo avanti importante che potrebbe portare presto alla delibera vera e propria su quell'accordo. Il problema rimangono i 766 milioni di Euro da stanziare, i quali potrebbero essere sbloccati dal vicepremier, ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio dando modo a Piaggio Aerospace di avere una commessa importante che scongiurerebbe il rischio di fallimento. 

La soluzione però potrebbe essere provvisoria e momentanea poiché il fondo proprietario non vorrebbe investire altri soldi, e il rischio è che si ripresenti la stessa situazione una volta terminata la produzione e le consegne del P.2HH all'Aeronautica militare (AMI). L'altra opzione allora potrebbe essere quella di sbloccare i 766 milioni di Euro e nel frattempo cercare nuovi acquirenti per Piaggio Aerospace, che potrebbe essere Leonardo, che prenderebbe così i fondi stanziati dal Mise e il programma del P.2HH salvando la situazione dell'azienda. In quel caso però sarebbe da vedere come opererebbe poi l'azienda pubblica che potrebbe "tagliare" le parti moribonde di Piaggio mantenendo in vita solo quelle redditizie, con una conseguente perdita di posti di lavoro.

M/A - 1216257

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar