It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Nuovo aeroporto Istanbul: sarebbero 55 gli operai morti

Per il governo tutti imputabili a "negligenze" e "disattenzioni" dei lavoratori

Riguardo al numero di operai morti sul lavoro per realizzare il nuovo aeroporto di Istanbul sono state molte le cifre pubblicate. Inizialmente il governo di Ankara aveva stimato in 27 le persone decedute nei cantieri contro le 200 dichiarate dall'opposizione a Recep Tayyip Erdogan, ma oggi il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Cahit Turhan ha ritrattato il numero dichiarando in Parlamento che "nei cantieri sono morti 55 operai". Di questi, secondo l'esponente del governo 30 sarebbero deceduti a causa di incidenti e 25 per motivi naturali, ma non "sono da attribuire al luogo o al datore di lavoro ma a disattenzioni o negligenze di vario genere".

Anche perché Turhan ha aggiunto che nei cantieri per il "mastodontico" aeroporto sarebbero stati impiegati 382 specialisti per la sicurezza sul lavoro, nonostante il fatto che la legge obbligasse ad assumerne almeno 130. Ma nonostante le dichiarazione degli operai -il cui numero non sarà mai chiaro- sono morti nei cantieri, e gli stessi lavoratori a fine agosto hanno organizzato uno sciopero per denunciare proprio la situazione precaria per la sicurezza e le scarse condizioni di lavoro.

M/A - 1217966

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl