It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Boeing-Faa: pochi fondi alla base del rapporto sinergico

Certificazioni impossibili senza aiuto degli ingegneri dell'azienda

Nonostante le critiche avanzate verso l'Faa (Federal Aviation Administration) per come venne svolta la certificazione dell'aereo Boeing B-737 MAX in realtà -stando alla stampa statunitense- il rapporto tra l'ente federale e l'azienda aerospaziale statunitense potrebbe non cambiare, mantenendosi molto stretto specialmente per quel che riguarda la verifica dell'effettiva sicurezza dei velivoli. A rivelarlo è stato l'ex-direttore della divisione investigazioni sugli incidenti di Faa Jeff Guzzetti parlando a "Cnbc", dove ha sottolineato come "l'assenza di manodopera e di budget obbliga l'ente a chiedere agli ingegneri di Boeing di autocertificare i sistemi e le tecnologie degli aerei".

Un problema quindi che sarebbe principalmente di risorse e di velocità nell'effettuare la certificazione, necessaria per poter permettere a un qualsiasi velivolo di essere utilizzato nelle normali operazioni di volo. Al tempo stesso questa sinergia tra Faa e Boeing ha fatto alzare qualche sopracciglio negli Stati Uniti, dove sono stati avanzati alcuni sospetti relativi al ruolo che hanno avuto i funzionari dell'ente nel non individuare il potenziale problema al sistema automatico antistallo del B-737 MAX. Problema che avrebbe determinato entrambi i due incidenti avvenuti il 29 ottobre in Indonesia (Lion Air) e il 10 marzo in Etiopia (Ethiopian Airlines), nei quali in totale sono decedute 346 persone.

Per evitare nuovi disastri simili, il consiglio di amministrazione di Boeing ha annunciato la formazione di un comitato atto a rivedere i suoi processi per lo sviluppo e la costruzione degli aerei così da trovare anche eventuali miglioramenti necessari; da Faa hanno invece chiesto al Congresso più fondi e una maggiore possibilità nell'assumere personale, essendo questa l'unica modalità affinché possano aumentare i controlli nel corso delle certificazioni.

M/A - 1220817

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl