It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aerei: cade a pezzi la flotta di Stato tedesca

Ennesimo inconveniente stavolta blocca il velivolo del ministro Heiko Maas

Sembra non fermarsi la serie di inconvenienti agli aerei della flotta di Stato tedesca. Ultimo quello occorso ieri ad un Airbus A-321 a bordo del quale il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas doveva recarsi  a Sofia, in Bulgaria, che secondo quanto riporta il tabloid tedesco "Frankfurter Allgemeine Zeitung" è decollato con oltre 1 ora di ritardo a causa di un problema all'avviamento di una turbina. Per i viaggi istituzionali del ministro si tratta del terzo episodio nel giro di soli tre mesi. Ma da mettere in conto sono anche altri eventi che hanno riguardato il cancelliere Angela Merkel ed altre alte figure governative in visita ufficiale, come nel caso del ministro delle finanze Olaf Scholtz e del problema tecnico all'A-340 "Konrad Adenauer" sempre dell'aeronautica tedesca (vedi AVIONEWS). O dell'atterraggio d'emergenza effettuato dal Bombardier Global 5000 aa aprile scorso (vedasi AVIONEWS). 

Già a novembre 2018 la Merkel aveva mancato l'apertura del vertice del G20 in Argentina dopo che il suo velivolo era stato costretto ad un atterraggio di sicurezza poco dopo il decollo da Berlino. Ad ottobre invece sempre  Scholtz rimase a terra in Indonesia dopo un summit del Fondo Monetario Internazionale a causa di un guasto ai cavi elettrici del velivolo provocato da alcuni roditori. Il governo di Berlino si trova attualmente alle prese con la carenza di aerei istituzionali proprio in seguito alla serie di inconvenienti alla sua flotta di Stato. 

SaM - 1221622

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl