It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Coronavirus: isolata sequenza nei laboratori "Spallanzani" di Roma

Soddisfazione del ministro della Salute Roberto Speranza

Task-force dicastero: "Punto della situazione su porti ed aeroporti"

I virologi dell'Istituto nazionale malattie infettive (Inmi) "Spallanzani" di Roma, a meno di 48 ore dalla diagnosi di positività per i primi due pazienti in Italia, sono riusciti ad isolare il virus responsabile dell'infezione. Ad annunciarlo ieri in conferenza-stampa sono stati lo stesso ministro della Salute ed il direttore scientifico dell'Inmi Giuseppe Ippolito. Soddisfazione del ministro: "Un passo importante per tutta la comunità scientifica che consentirà di accelerare la ricerca su questa malattia. L'Italia ha uno dei servizi sanitari migliori al mondo ed oggi lo ha nuovamente dimostrato".

"Ora i dati saranno a disposizione della comunità internazionale. Si aprono spazi per nuovi test di diagnosi e vaccini. l'Italia diventa interlocutore di riferimento per questa ricerca", ha spiegato il direttore scientifico Ippolito.
 
“Grazie all’ottimo lavoro dello 'Spallanzani' da oggi anche l’Italia potrà cominciare a lavorare direttamente per cercare una terapia", ha commentato Silvio Brusaferro presidente dell’Istituto superiore di sanità nel congratularsi con il gruppo di ricercatori dello "Spallanzani".
 
“L’isolamento virale, effettuato anche in Italia dallo 'Spallanzani' –continua Giovanni Rezza direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Iss– permette di sequenziare il virus e confrontarlo con i ceppi già isolati anche in Cina ed al di fuori della Cina in Paesi come Francia ed Australia per valutare eventuali mutazioni. In generale, l’isolamento del virus può aiutare a mettere a punto i metodi diagnostici, testare l’efficacia di molecole antivirali conosciute ed identificare e potenziare eventuali punti deboli del virus al fine di consentire lo sviluppo di strategie terapeutiche ed identificare eventuali target vaccinali”.

Si è riunita ieri mattina la task-force coronavirus 2019-nCoV del ministero della Salute alla presenza del ministro della Salute, Roberto Speranza, e del commissario straordinario, il capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli. È stato fatto il punto della situazione sui controlli e sulle misure che riguardano porti ed aeroporti e sulla partenza del volo militare che riporta oggi nel nostro Paese gli italiani da Wuhan su cui è imbarcato anche il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri. Un focus è stato dedicato al servizio 1500 ed alle domande più frequenti poste da cittadini italiani e stranieri al numero verde (vedi AVIONEWS).

red - 1227462

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar