It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Continuano a crescere i collegamenti aerei dalla Cina al Tibet

La regione autonoma rimane una destinazione gettonata

Come riferito dai media cinesi, sono aumentati in maniera progressiva e costante i collegamenti aerei dell’ex-impero celeste con destinazione il Tibet. Si sta parlando di 120 rotte complessive che in questo momento consentono di raggiungere la regione autonoma asiatica, soprattutto dopo le recenti inaugurazioni ufficiali. In particolare, gli ultimi due collegamenti degni di nota sono quelli tra Lhasa, principale città del Tibet, con la provincia del Sichuan. L’incremento è diventato ancora più netto lo scorso mese di luglio, per la precisione dopo il ritorno all’operatività di diverse compagnie aeree della Cina, intenzionate ad incentivare il flusso turistico relativo a quello che viene di solito soprannominato “tetto del mondo”. 

Il Lhasa Gonggar Airport si trova ad oltre 3500 metri di altitudine ed è stato potenziato per gestire al meglio il nuovo traffico di passeggeri. Non è un caso che ad agosto siano stati registrati 5 mila voli di aerei civili (9 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), con 615 mila passeggeri (oltre il 4%) e più di 5 mila tonnellate di merci (+22,4%). Oltre allo scalo della principale località, in Tibet esistono altri quattro aeroporti, vale a dire lo Xigaze Peace, Ngari Kunsha, Nyingchi Mainling e Changdu Bangda Airport.

sr - 1231567

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar