It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Stati Uniti riaprono ai viaggi aerei dall'Europa

Compagnie dovranno raccogliere informazioni su tracciamento

Gli Stati Uniti riapriranno le frontiere aeree ai cittadini europei. La misura dovrebbe essere resa effettiva ai primi di novembre. Lo annuncia il coordinatore del team anti-covid della Casa Bianca, Jeff Zients. Per entrare nel Paese occorrerà mostrare prima dell'imbarco i documenti che attestano l'avvenuta vaccinazione o l'esito negativo di un test per il coronavirus realizzato entro le 72 ore prima della partenza. 

Tra i viaggiatori internazionali riammessi oltreoceano ci sono anche i passeggeri provenienti da Gran Bretagna, Cina, Iran e Brasile. I cittadini americani ai quali non è stato inoculato il siero dovranno fare un test il giorno prima della partenza per gli Stati Uniti. Da mesi i settori aviazione e turismo avevano chiesto a gran voce a Washington di revocare le restrizioni, introdotte a marzo 2020 dall'amministrazione Trump e confermate dal presidente Joe Biden, che riguardavano oltre 30 Paesi. Anche perché Bruxelles ha riaperto le frontiere per chi arriva dal Paese a stelle e strisce.

Da novembre sarà responsabilità delle compagnie aeree raccogliere le informazioni dei passeggeri per facilitare il tracciamento. Questi dati dovranno essere resi disponibili ai Centers for Disease control e prevention (Cdc), che stabiliranno anche quali vaccini saranno riconosciuti. Food and Drugs Administration (Fda), infatti, ad oggi ne ha approvati tre: Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson; manca Astrazeneca, largamente usato nell'Unione europea.

Gic - 1239068

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar