It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

United Airlines: 273 vaccinati per timore licenziamento

I lavoratori no-vax sono ancora 320. Altri 2.000 in congedo non retribuito

Il vettore aereo statunitense United Airlines ha dichiarato che 593 dipendenti verranno licenziati per non aver rispettato la politica aziendale sulle vaccinazioni contro il covid-19. L'annuncio ha fatto cambiare idea a tanti lavoratori che rifiutavano ed avevano rimandato il vaccino: il numero di chi rischia, infatti è sceso da 593 a 320. In 273 si sono fatti inoculare il siero per non perdere il posto di lavoro.

"La nostra politica sui vaccini continua a dimostrare che i requisiti funzionano: in meno di 48 ore, il numero di dipendenti non vaccinati che hanno iniziato il processo di separazione dall’azienda è stato dimezzato", ha affermato la società in una nota. Tutti gli altri lavoratori che hanno chiesto l'esenzione per motivi religiosi o medici, circa 2000 persone, che dunque non sono ancora vaccinate, verranno poste in congedo temporaneo non retribuito.

L'aviolinea ha adottato una politica severa per evitare i contagi: entro lunedì 27 settembre i dipendenti erano stati invitati a presentare la prova dell'avvenuta vaccinazione o un certificato di esenzione dall'obbligo. Per i lavoratori che hanno lasciato scadere il termine è partita la procedura di licenziamento: tra loro piloti, assistenti di volo e tecnici.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Gic - 1239310

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar