It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei si preparano a restrizioni per il 5G

Possibili interruzioni in 46 aeroporti. Valutano deviazioni e riorganizzazione

Alcuni vettori aerei statunitensi hanno iniziato a fare i primi passi per adeguarsi all'ordine della Federal Aviation Administration (Faa) relativo all'entrata in servizio della tecnologia di comunicazione 5G a partire dal 5 gennaio 2022. Le aviolinee stanno pianificando possibili interruzioni dei voli, secondo quanto disposto dalla direttiva pubblicata nelle scorse settimane dall'autorità per l'aviazione civile: le restrizioni sull'atterraggio in caso di maltempo riguarda 46 dei più grandi aeroporti del Paese dove è previsto l'utilizzo nel nuovo servizio wireless.

"Se c'è qualsiasi tipo di tempo, se c'è vento forte, se la visibilità non è buona a causa dello smog, allora non si può utilizzare certa strumentazione di bordo" e così "non si può atterrare negli aeroporti a Chicago-O'Hare, ad Atlanta, a Detroit. Pensate a cosa significa. Questo non può essere un risultato" accettabile, ha dichiarato nei giorni scorsi l'amministratore delegato dell'aviolinea United Airlines, Scott Kirby.

Le società di telecomunicazione ribadiscono che il servizio non pone alcun rischio e si sono impegnate a ridurre la potenza dei segnali vicino alle piste degli scali per sei mesi. Tuttavia, Faa si è detta molto preoccupata che le frequenze dei segnali 5G possano disturbare i sistemi della cabina di pilotaggio. Il vicepresidente per i servizi tecnici della National Air Carrier Association (Naac), George Paul, ha fatto capire che alle aviolinee non resta che valutare che impatto potrebbero avere voli cancellati o deviati, e le esigenze di carburante e di equipaggio. 

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1241150

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar