It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Stretta sul 5G in Francia per sicurezza aerea

Parigi impone limite potenza antenne situate vicino a certi aeroporti

C'è una preoccupazione che accomuna Francia e Stati Uniti. La Federal Aviation Administration (Faa), così come alcune compagnie americane o il produttore di aerei europeo Airbus e quello d'oltreoceano Boeing, temono che il nuovo servizio internet wireless 5G, che entrerà in vigore domani 5 gennaio 2022, possa disturbare le strumentazioni di volo dei velivoli, specialmente gli altimetri durante le fasi di atterraggio. 

Negli Stati Uniti le società di telecomunicazioni AT&T e Verizon hanno detto no ad un ulteriore rinvio dell'entrata in servizio del 5G, come avevano chiesto il ministro dei trasporti e l'autorità per l'aviazione americana.

Anche in Francia si è discusso di questo tema. A Parigi le preoccupazioni su possibili malfunzionamenti dell'altimetro sono state sollevate più di un anno fa. Alcune misure sono state prese: a febbraio la Direction Générale de l'Aviation Civile (Dgac) francese ha raccomandato che i telefoni cellulari 5G siano spenti a bordo degli aerei a causa del rischio di "interferenze di segnale" che potrebbero causare errori "particolarmente critici durante le fasi di atterraggio strumentale". 

Per questo motivo Dgac ha imposto un limite di potenza sulle antenne 5G situate vicino a certi aeroporti. Poi alla fine del 2020 il governo ha stimato che il problema delle interferenze legate al 5G sarebbe stato "rapidamente risolto". Questo non è un fenomeno specifico della Francia o degli Stati Uniti, ma interessa tutti. Saranno gli studi e le prove empiriche a diradare ogni dubbio. 

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1241363

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar