It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nato: Svezia e Finlandia in stallo

Erdogan offre la ratifica del trattato in cambio degli esuli curdi

Oggi il presidente russo Vladimir Putin si trova in visita ufficiale a Teheran, in Iran, dove si terrà il suo quinto incontro con la Guida Suprema, l'ayatollah Ali Khamenei, ed un vertice a tre con l'omologo iraniano Ebrahim Raisi e quello turco Recep Tayyip Erdogan. In tale situazione Ankara medierà per far uscire il grano dall'Ucraina, allo stesso tempo riaffermando il suo ruolo nella North Atlantic Treaty Organization (Nato).

In questa fase le relazioni diplomatiche sono piuttosto volatili. Lo testimonia la disinvoltura con cui Erdogan rimette in forse il via libera della Turchia all’adesione di Svezia e Finlandia all’Alleanza Atlantica. Ankara reclama l’attuazione del patto siglato in occasione del vertice Nato di Madrid a fine giugno. 

Insomma, l’estradizione dai Paesi nordici di esponenti del Partito dei lavoratori curdo (Pkk), che i turchi considerano terroristi. In cambio, Erdogan porterà in Parlamento il documento sottoscritto con gli alleati Nato per la votazione e la ratifica. Senza questa, infatti, Svezia e Finlandia non possono entrare nell’Alleanza Atlantica. A meno che non arrivi un'offerta parimenti allettante come gli F-16 o la partecipazione al programma statunitense F-35. 

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Gic - 1245845

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar